Per offrirti il miglior servizio possibile Ce.S.Am. utilizza i cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies

DPCM del 26 Aprile 2020 - Parte la fase 2 dell'emergenza Covid-19

E' disponibile il DPCM che apre le porte alla fase 2 dell'emergenza epidemiologica da Covid-19. Sono 70 pagine, è completo del nuovo Protocollo d'intesa, mentre l'Allegato 3 contiene i CODICI ATECO autorizzati alla riapertura (poco prima della metà del pdf).

Per la settimana corrente non è previsto nessun nuovo elenco delle attività ammesse alla riapertura, se non quelle già previste nell'ultimo DPCM, tutto è rinviato al 4 Maggio, 18 Maggio e 1 Giugno (bar ristoranti e affini).

Si potrà effettuare l'asporto di alimenti con il divieto di assembramento fuori dei locali (delibera della Giunta regionale Marche).

E' stata raggiunta l'intesa (24 Aprile 2020), alla presenza della ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo, per l'aggiornamento dell'Accordo Sindacale per il rientro il 4 Maggio. Poche le differenze: implementate le misure per il rientro, chi vorrà potrà effettuare la verifica della temperatura corporea, avvisare preventivamente il personale che l'azienda può "lasciarli a casa" se sono stati a rischio contagio negli ultimi 14 giorni, dai dispositivi di protezione, DPI, alle sanificazioni, dallo smart working alle postazioni distanziate, se necessario dedicare un WC per figure esterne all'azienda, non fare usare quello del personale. Prevista anche la sospensione temporanea per le imprese che non si atterranno alle regole. La certificazione medica di "avvenuta negativizzazione" per il rientro dei lavoratori già risultati positivi al Covid-19; l'utilizzo delle mascherine chirurgiche per tutti i lavoratori che condividono spazi comuni; la sanificazione straordinaria degli ambienti alla riapertura nelle situazioni più a rischio; la rimodulazione degli spazi di lavoro e delle postazioni, distanziate, oltre alla previsione di orari differenziati. In caso di lavoratori che manifestino i sintomi durante le ore lavorative si provvede al loro isolamento e comunicazione al medico aziendale e personale del lavoratore, e suo allontanamento.

Scarica il DPCM 26 Aprile 2020 completo di tutti gli allegati

Per info: contattaci tramite form via web