Per offrirti il miglior servizio possibile Ce.S.Am. utilizza i cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies

17/04/2018 - Valutazione rischio legionellosi e nomina del responsabile legionella

Per legionella si intende un batterio aerobio definito gram-negativo di cui si conoscono molte specie tra cui la più pericolosa è la Legionella pneumophila. Il batterio prolifera negli ambienti acquatici naturali, risalendo poi a quelli artificiali come le tubature e gli impianti idrici dei centri abitati (serbatoi, piscine, fontane). Contrarre la legionellosi è, quindi, un rischio insito in diversi ambienti che, per questo motivo, necessitano di una corretta valutazione del rischio legionellosi e di misure preventive per impedire la proliferazione del batterio.

Il 4 aprile 2000 in sede di conferenza Stato-Regioni viene siglato l’accordo pubblicato nel G.U. n.103 del 5 maggio 2000 dal titolo “Linee guida recanti indicazioni sulla legionellosi per i gestori di strutture turistico-ricettive e termali” mentre il 13 gennaio 2005 vengono siglati gli accordi pubblicati in G.U. n.28 del 4 febbraio del 2005, in virtù dei quali corre l’obbligo di procedere alla valutazione del rischio legato all’infezione da legionella con conseguente obbligo di elaborare il relativo documento ai fini dell’autocontrollo per le seguenti tipologie di attività:

  • Strutture turistico recettive (alberghi, hotel, pensioni, campeggi, residence)
  • Agriturismi, bed&breakfast, soggiorni di vacanza, affittacamere, navi da crociera
  • Strutture ad uso collettivo (piscine, impianti sportivi e ludici, palestre, centri commerciali)
  • Fiere, esposizioni, centri benessere, strutture termali
  • Strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali, odontotecnici e dentisti
  • Sistemi importanti di condizionamento d’aria, saune, piscine

Tale documento dovrà specificare:

  • Nomina di un responsabile per la gestione del rischio che comprenda la valorizzazione della politica di prevenzione e l’applicazione delle misure di controllo
  • Valutazione del rischio mediante un’attenta analisi delle condizioni di normale funzionamento dell’impianto idrosanitario al fine di individuarne i punti critici
  • Ispezione della struttura (mappa della rete idrica)
  • Gestione dell’eventuale rischio rilevato derivante dall’impianto idrosanitario creando le misure correttive necessarie al ridurre al minimo il rischio evidenziato

Dovrà inoltre essere istituito il “Registro degli interventi”, cioè un documento riassuntivo degli interventi di manutenzione ordinari e straordinari sugli impianti idrici e di climatizzazione. Dovranno essere eseguiti da laboratorio accreditato almeno sei campionamenti all’anno per la ricerca ed il conteggio della legionella sui punti critici dell’impianto idrico e di climatizzazione identificati nel processo di valutazione dei rischi. Si dovrà procedere alla formazione ed informazione del personale coinvolto nel controllo e nella prevenzione della legionellosi.

La periodicità dell’analisi del rischio e la rielaborazione del Documento deve essere effettuata regolarmente, con frequenza di almeno 2 anni e ogni volta che sia legittimo pensare che la situazione si sia modificata (ad esempio: ristrutturazioni, manutenzione straordinaria ecc.). L’analisi deve, comunque, essere rifatta ad ogni segnalazione di un possibile caso di legionellosi.

02/03/2018 - Corsi di formazione aziendale

CE.S.AM. srl organizza nei mesi di marzo e aprile il seguente calendario di corsi di formazione:

Lunedì 5 Marzo, ore 8.30-12.30, corso Sicurezza Aziendale accordo Stato-Regione (presso la sala didattica CE.S.AM. a Pesaro)

Mercoledì 7, 14 e Giovedì 15 Marzo, ore 16.30-20.30, corso per Trattoristi accordo Stato-Regione (presso Antica Trattoria da Oreste a Casinina di Auditore)

Lunedì 12, 19 Marzo, ore 8.30-12.30, corso HACCP igiene degli alimenti accordo Stato-Regione (presso la sala didattica CE.S.AM. a Pesaro)

Mercoledì 21 e Giovedì 22 Marzo, ore 16.30-20.30, corso per Escavatori accordo Stato-Regione (presso Antica Trattoria da Oreste a Casinina di Auditore)

Lunedì 26 Marzo e Mercoledì 4 Aprile, ore 8.30-12.30, corso Sicurezza Aziendale accordo Stato-Regione (presso la sala didattica CE.S.AM. a Pesaro)

Lunedì 9 Aprile, ore 16.30-20.30, corso Aggiornamento Sicurezza Aziendale accordo Stato-Regione (presso Punto Vendita Fattoria Fontetto - S. Maria Magdalena a Novafeltria)

Chi fosse interessato a partecipare può comunicare cognome, nome, codice fiscale e azienda di riferimento. Per info e iscrizione: contattaci tramite form via web

03/12/2017 - Corso RSPP a Pesaro

Martedì 30 gennaio 2018 avrà inizio il corso di RSPP (Responsabile della Sicurezza Datore di lavoro) a Pesaro, con la possibilità di scegliere tra poterlo frequentare con i seguenti orari: dalle 8,30 alle 12,30 – oppure dalle 15,00 alle 19,00 – oppure dalle 18,00 alle 22,00.

I moduli sono di 4 ore alla volta per 8 appuntamenti (32 ore totali): 30 gennaio, 1 febbraio, 6 febbraio, 8 febbraio, 13 febbraio, 15 febbraio, 20 febbraio, 22 febbraio sono le date previste a calendario.

Il costo è di 350,00 euro + IVA per le aziende convenzionate e 500,00 euro + IVA per quelle non convenzionate. Il corso consentirà di poter essere nominati RSPP e risparmiare sul costo per l'assistenza annuale. Il corso è valido anche per l'aggiornamento (bastano 4 ore) oppure per preposti (bastano 12 ore).

Per info e iscrizione http://www.cesamservizi.it/contatti inviare nome, cognome e codice fiscale del legale rappresentante/datore di lavoro della vostra azienda.

31/08/2017 - Corsi di formazione sulla sicurezza

CE.S.AM. srl organizza per i lunedì 4, 11 e 18 Settembre dalle 8.30 alle 12.30 un corso di formazione sulla sicurezza per i lavoratori a basso (8 ore) e medio (12 ore) rischio.

Il corso si svolgerà presso l'Aula Didattica interna di Pesaro, in via Pietro Gai, 26, angolo via F.lli Bandiera, 1. Si tratta di 2-3 sessioni da 4 ore il cui costo è di soli 10 euro + IVA all'ora per partecipante.

I corsi sono obbligatori anche per i lavoratori stagionali, temporanei, a chiamata, part time o tra soci lavoratori. I posti a disposizione sono 12 e verranno assegnati in ordine di iscrizione.

Per info e iscrizione: contattaci tramite form via web

07/07/2017 - Circolare informativa

Attenzioni, preoccupazioni, raccomandazioni e opportunità

ATTENZIONE: le recenti visite ispettive dell'ASUR nei sopralluoghi aziendali richiedono:

  • Attestati di formazione del personale dell'accordo Stato-Regione (8/12/16 ore di corso);
  • Nomina del Medico Competente in Medicina del Lavoro;
  • Protocollo sanitario, che rilascia il medico stesso;
  • Certificati di idoneità Professionale che rilascia sempre il medico.
  • D.V.R. Documento di valutazione del Rischio che dovrebbe essere aggiornato.

La sanzione minima prevista per questi inadempimenti è di 1.680,00 euro oltre alla sanzione penale prevista se non si provvede al pagamento e a sanare l'infrazione.

PREOCCUPAZIONE: grazie alla tempestività di alcune aziende, ci sono pervenute le schede di sicurezza di alcuni prodotti chimici utilizzati in azienda. Da una prima analisi sono emersi che molti prodotti con la nuova classificazione risultano CANCEROGENI… pertanto sollecitiamo i clienti a dare seguito tempestivamente alle precedenti comunicazioni al fine di:

  • Inviare le schede di sicurezza aggiornate per consentirci di redigere i documenti;
  • Programmare i campionamenti ambientali all'interno dell'azienda per analizzare l'aria;
  • Interagire col medico per verificare se il protocollo sanitario è sufficiente a prevenire malattie.

RACCOMANDAZIONE: dalle visite aziendali svolte in questi mesi cosa emerge?

  • Anche in caso di assunzione di lavoratori con contratti temporanei è necessario comunicare nominativi e mansioni svolte;
  • E' necessario far svolgere ai lavoratori la visita medica preventiva, i corsi di sicurezza e far firmare la documentazione che attesti la consegna dei D.P.I.
  • L'azienda ha obblighi nei confronti dei lavoratori anche se questi sono soci, dipendenti part time, a tempo determinato, somministrati da agenzie interinali o stagionali.

OPPORTUNITA’: per gli apprendisti, che devono svolgere 40/80/120 ore di corso da apprendistato, a seconda che siano laureati, diplomati alle scuole superiori o che abbiano la terza media, è possibile contattare un ente di formazione convenzionato, per poter svolgere le giornate di formazione obbligatoria on line.

Da non dimenticare inoltre che, aderendo a un fondo interprofessionale, a costo zero, sarà possibile fruire di finanziamenti per la formazione del personale gratuita da svolgere in Azienda o in Aula.

Lo Studio sarà chiuso per le ferie estive dal 31 Luglio al 7 Agosto 2017, per eventuali urgenze è possibile contattare il 345 4186200 anche via sms oppure scrivere via email. Per info: contattaci